Gabbione verde

Descrizione

Il diffuso utilizzo di opere in gabbioni e gabbioni rinverditi in contesti che vanno da quello fluviale a quello collinare montano, per arrivare a quello urbano, ha dimostrato che l’evoluzione dell’ambiente nel tempo, tende ad aumentare progressivamente i fattori di stabilità statica delle strutture. Ciò avviene in conseguenza del consolidamento del terreno per effetto simultaneo del drenaggio e della crescita di vegetazione. La vegetazione, attraverso lo sviluppo delle parti aeree, contribuisce a intercettare e smaltire le acque meteoriche e, attraverso la crescita dell’apparato radicale, ad aumentare le forze resistenti tramite l’azione di rinforzo delle radici e la sottrazione di parte dell’acqua circolante nel terreno. A seguito della crescita vegetativa vi è inoltre una forte diminuzione dell’impatto ambientale. Nel tempo la vegetazione arriva ad inglobare completamente le strutture in gabbioni creando anche microhabitat locali. Si tratta quindi di strutture che bene si prestano all’utilizzo di tecniche finalizzate alla rivegetazione attraverso lo sviluppo di essenze sia erbacee che arbustive.

Il Gabbione Verde possiede una speciale tasca strutturata preassemblata con la funzione di realizzare un elemento “vivo” frontale.

Le tasche del Gabbione Verde sono rivestite internamente con materiale geotessile o biotessile ritentore ed esternamente con biotessili naturali. Vengono riempite in fase realizzativa con terreno vegetale reperito in sito e successivamente rinverdite con semine erbacee oppure con messa a dimora di piantine in fitocella o di essenze vegetali arbustive autoctone.

Schede tecniche

Voci di capitolato

Disegni tecnici

pdf    Gabbioni verdi