Barre

Descrizione

Sono offerte tre tipologie principali di ancoraggi in barra:

Barre autoperforanti. Trattasi di barre in acciaio cave che vengono utilizzate per consolidare e rinforzare in particolare i terreni pur non escludendo l’utilizzo anche nei consolidamenti delle masse rocciose. Sono barre aventi diametro esterno variabile da 32 mm a 114 mm e diametro interno variabile in funzione del diametro esterno sopra citato. Vengono messe in opera mediante rotopercussione utilizzando una punta a perdere forata in maniera da poter iniettare anche in fase di avanzamento della posa dell’ancoraggio sfruttando la barra cava stessa.

Barre a filettatura continua. Trattasi di barre piene con diametro variabile da 20 mm a 63,5 mm, realizzate con diverse tipologie di acciaio: dal 500/550 N/mm2 al 670/800 N/mm2 per arrivare al 900/1100 N/mm2 con resistenze a rottura variabili da 175 kN a 3480 kN.

Barre ad aderenza migliorata. Trattasi delle classiche barre piene utilizzate per gli ancoraggi più semplici in parete, come il fissaggio delle reti a doppia torsione o delle funi in acciaio. I diametri disponibili variano da 16 a 32 mm per resistenze a rottura variabili da 105 a 416 kN.

Di tutti questi prodotti la Incofil è in grado di fornire gli accessori necessari al completamento del sistema quali: le punte di perforazione, i manicotti di collegamento tra le varie barre in caso di lunghezze degli ancoraggi oltre i 6 m o dotazione di macchine con corse brevi, piastre, dadi di fissaggio, golfari, etc.

Brochure

Applicazioni

Protezione scarpate rocciose